• La Redazione | Chi siamo | Newsletter

    Il Raccoglitore è un contenitore di storie, di racconti e di buoni interessi. La narrazione, al centro del progetto, viene sperimentata non solo nell’ambito narrativo-letterario: i collaboratori di ogni rubrica si prefiggono di raccontare un qualcosa. Se quando siete insieme ad un/a amico/a vi viene voglia di chiedere “mi racconti una storia?”, siete nel posto giusto.

This Is Us e la piacevole riscoperta della vita ordinaria

Cecilia Abbriano | Serie tv   13 Dicembre 2018   3 min.

 

Che la famiglia del Mulino Bianco non esiste è ormai un dato di fatto. In effetti, se nessuno di noi è perfetto, come può esserlo una famiglia, i cui componenti sono ovviamente imperfetti?

E allo stesso modo non sono fattori come il benessere economico, la bellezza, l’apparente felicità a rendere una famiglia perfetta. Anzi, semmai è proprio l’opposto. La famiglia “perfetta” (anche se abbiamo appurato che il termine è al quanto improprio) è quella che nei momenti di difficoltà vede supportare vicendevolmente i propri membri. Qualsiasi sfida ci ponga davanti la vita, se affrontata insieme, sarà superabile.

La famiglia Pearson ci mette di fronte a questa realtà. Mostrandoci come si possa essere meravigliosi, pur avendo le nostre insicurezze, dipendenze, aspirazioni, fallimenti, ecc.

Una delle prime sfide ad introdurci in questo mondo è quella che si trovano ad affrontare Jack e Rebecca, coppia di giovani sposi la cui vita si complica inaspettatamente quando lei rimane incinta di tre gemelli. Il giorno del parto plurigemellare, nonché trentaseiesimo compleanno di Jack, le cose non vanno come sperato.

Parallelamente, ci vengono presentati altri tre personaggi, che vivono la propria vita in diverse città degli Stati Uniti e condividono con Jack il giorno del compleanno. E come per lui, le trentasei candeline segnano un punto di svolta.

Kevin è un noto attore televisivo, insoddisfatto però della sua vita mondana. Si mette quindi alla ricerca di un cambiamento professionale e non solo. Kate, una ragazza single e in sovrappeso, decide finalmente di riprendere il controllo del suo fisico e della sua vita, partecipando ad una terapia di gruppo. Randall, un uomo d’affari di successo, marito e padre di due adorabili bambine, decide di incontrare il padre biologico da cui era stato abbandonato da piccolo.

Inizialmente, il punto focale della storia sono le vicende di Jack e Rebecca ma, piano piano si entrerà sempre più nel profondo delle vite degli altri personaggi.

Jack Pearson rappresenta il marito e padre ideale, perché ama totalmente e follemente la sua famiglia, ma è allo stesso tempo un uomo fragile, che si porta dentro traumi passati che inevitabilmente condizioneranno la sua vita. Nonostante ciò, cercherà sempre, tra alti e bassi, di risolvere i suoi problemi senza mai pesare sui figli. Jack è per loro un eroe, unico nel suo genere e proprio per questo inarrivabile. Il che è ovviamente positivo, anche se, col passare del tempo, il peso di una figura così importante si farà sentire su tutti.

Rebecca, è invece una donna che non avrebbe mai immaginato la sua esistenza potesse includere figli e una vita nel complesso ordinaria, in una città come Pittsburgh. Con un grande sogno mancato, come quello di fare la cantante, si ritrova a volte a pensare come sarebbe stata la sua vita se avesse perseguito la strada del canto. Nonostante questo enorme rimpianto, la sua famiglia rimarrà sempre al primo posto e anche nei momenti più difficili il benessere dei suoi figli verrà anteposto a qualsiasi cosa.

La famiglia Pearson piace tanto perché finalmente vediamo rappresentata sul piccolo schermo una famiglia piena di difetti, disavventure, rancori, rapporti conflittuali ma anche ricca di un inesauribile amore, in tutte le sue forme. E la loro forza sta proprio nella credibilità delle loro vicissitudini. Non ci sono drammoni spiazzanti, omicidi, complotti, trame assurde da soap opera. Troviamo invece problematiche quotidiane nelle quali chiunque si può ritrovare.

La trama segue un susseguirsi di eventi presenti, passati e futuri, senza mai risultare contorta o eccessivamente complessa. Tutto fila perfettamente e se ci si lascia trasportare all’interno della storia, senza pretese e particolari aspettative, tutto risulterà perfettamente chiaro e automaticamente i pezzi si metteranno insieme.

La credibilità e la naturalezza dei personaggi rendono immediata l’immedesimazione ed è praticamente impossibile non commuoversi almeno una volta nel corso di ogni episodio, per le più piccole e semplici cose.

This Is Us è una serie televisiva statunitense creata da Dan Fogelman e trasmessa dal 20 settembre 2016 dall’emittente NBC. In Italia, la serie viene trasmessa da Sky sul canale Fox Life, ed è anche disponibile su Amazon Prime Video.

Si tratta di un dramma familiare narrato su più archi temporali, interpretato da un cast corale che comprende Milo Ventimiglia, Mandy Moore, Sterling K. Brown, Chrissy Metz, Justin Hartley, Susan Kelechi Watson, Chris Sullivan e Ron Cephas Jones.

La serie è stata accolta da un marcato successo di critica e pubblico, venendo candidata pochi mesi dopo il debutto al Golden Globe per la miglior serie drammatica e ottenendo, nel corso di questi anni, molti riconoscimenti.

 

L'autore







Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 + 2 =


 

È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti e immagini in qualsiasi forma.
È vietata la redistribuzione e la pubblicazione dei contenuti e immagini non autorizzata espressamente dall’autore.

Se riscontri problemi con il sito web, contatta il webmaster.

redazione@ilraccoglitore.com

 

Ti piace scrivere?

il Raccoglitore è qui per raccogliere storie! Se vuoi inviarci la tua candidatura, scopri come fare.

Scrivi con noi

Newsletter

Social

il Raccoglitore 1.0 © Copyright 2019 - domenica 18 Agosto, 2019 08:57