• La Redazione | Chi siamo | Newsletter

    Il Raccoglitore è un contenitore di storie, di racconti e di buoni interessi. La narrazione, al centro del progetto, viene sperimentata non solo nell’ambito narrativo-letterario: i collaboratori di ogni rubrica si prefiggono di raccontare un qualcosa. Se quando siete insieme ad un/a amico/a vi viene voglia di chiedere “mi racconti una storia?”, siete nel posto giusto.

Quella figlia che piange e non piange

Marco Corsi | Contrafforti, Poesia   7 Novembre 2018   2 min.

Sono fatti ormai molto noti eppure lo stupore si rinnova quando non uno stile, ma un sentimento sembra trapassare immune e asciutto da un poeta all’altro. Sono fatti molto noti perché la critica ne ha indagata una buona porzione e sembra aver già detto tutto una volta per sempre.

Qualcosa tuttavia ancora è possibile registrare come novità.

Parliamo di padri e di figlie, immuni da certe categorie prestabilite e tuttavia consapevoli che certe questioni riguardano l’ordine e la natura. Fuoriusciamo dal complesso di Edipo per incontrare una percezione assai poco codificabile, poco intuibile. Sono attimi di uno stupore concreto che pertengono più alla filosofia cha alla psicoanalisi.

Così Sereni guardava alla sua Silvia, alla sua figlia bambina ormai ragazza, gettando sulla pagina versi disarmanti: «È cresciuta in silenzio come l’erba / come la luce avanti il mezzodì / la figlia che non piange». Quasi un rimprovero, una nota silenziosa di rimpianto per quanto d’invisibile trapassa con le stagioni e pone distanze nei rapporti, marcando irriducibili distanze. La «figlia che non piange» e guerreggia col padre ex generale di fanteria. Una tenerezza tutta di un pezzo – che non si piega né asseconda in nessun modo e fino in fondo i desideri dei suoi contendenti. È un epigramma in cui risuonano per virtù di metafora gli elementi della natura intima e imperscrutabile di cui la Crescita si accende, come il lampo nel pensiero.

Se è noto che un precedente (al rovescio) di questa poesia lo si può rintracciare nella celebre poesia sulla «figlia che piange» di T.S. Eliot, compresa in Prufrock and Other Observations, tradotta da Montale per il n. 6 della rivista «Circoli» e poi la riprese nel suo Quaderno di traduzioni – se questo ancora vale come dato condiviso, è vero che in tempi più recenti sullo stesso tema è tornato Gian Mario Villalta col poemetto La figlia che dice che è felice incluso in Telepatia. E qui la musica cambia. O forse no. Cambia di segno, ma solo in apparenza.

C’è infatti lo stesso gradiente di consapevolezza e una sorta di moviola che cancella ogni consapevolezza. «Sono così felice oggi / e non so perché”, mi dice / alzando le braccia, mia figlia. / L’abbraccio e tra me “Neanch’io” / penso “saprei dire perché / fa felice anche me”». L’istinto è l’unica vera bestia in grado di mettere in moto il meccanismo della poesia, come Villalta stesso chiarisce richiamando un’altra storia familiare – e ben più tremenda – in un altro passo del medesimo componimento. In fondo, la felicità può risiedere anche nella mancata comprensione, nella distrazione, nell’improvvisa generosità di un attimo in cui l’emozione prevale sul giudizio. Per Sereni «in silenzio» e Villalta in quel «tra me» che sospende l’incipiente tracimare di ogni sensazione. Nella gioia o nello sconforto.

 


Note bibliografiche:

 

V. Sereni, Poesie e prose, a cura di Giulia Raboni, Mondadori, «Oscar», Milano 2013
T.S. Eliot, Opere, a cura di Roberto Sanesi, Bompiani, Milano 2005
G.M. Villalta, Telepatia, LietoColle – Pordenonelegge, 2016

 

L'autore







Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 + 2 =


 

È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti e immagini in qualsiasi forma.
È vietata la redistribuzione e la pubblicazione dei contenuti e immagini non autorizzata espressamente dall’autore.

Se riscontri problemi con il sito web, contatta il webmaster.

redazione@ilraccoglitore.com

 

Ti piace scrivere?

il Raccoglitore è qui per raccogliere storie! Se vuoi inviarci la tua candidatura, scopri come fare.

Scrivi con noi

Newsletter

Social

il Raccoglitore 1.0 © Copyright 2019 - martedì 22 Ottobre, 2019 01:13