• La Redazione | Chi siamo | Newsletter

    Il Raccoglitore è un contenitore di storie, di racconti e di buoni interessi. La narrazione, al centro del progetto, viene sperimentata non solo nell’ambito narrativo-letterario: i collaboratori di ogni rubrica si prefiggono di raccontare un qualcosa. Se quando siete insieme ad un/a amico/a vi viene voglia di chiedere “mi racconti una storia?”, siete nel posto giusto.

Il piccolo cantore

Riccardo Russo | Musica, Pentagrammatica   16 Ottobre 2018   3 min.
Riccardo Russo - musica - pentagrammatica

Riccardo Russo - musica - pentagrammatica

 

Giovanni era piccolo, in famiglia erano in tanti e certo non se la passavano granché bene, per cui ognuno aiutava come poteva per guadagnare qualcosa e potere così acquistare lo stretto indispensabile per sbarcare il lunario ogni giorno.

Lui un po’ faceva il garzone dal panettiere, un po’ il ragazzo di bottega, sempre indaffarato in giro per il quartiere a racimolare qualcosa per aiutare in casa, casa alla quale ritornava praticamente solo a tarda sera, anche perché stare a casa era dura: otto fratelli in un monolocale con i genitori, sito al quinto piano senza ascensore in un vecchio palazzo di uno dei quartieri più poveri, ma anche più umani, di quella bella ma spesso ingrata città di mare in cui era nato.

Gianni (così lo chiamavano tutti) aveva anche una piccola grande passione: amava cantare, ma lo faceva solo per sé, anche se le rare volte che accadeva che cantasse alla presenza di qualcuno, riceveva puntualmente molti e calorosi apprezzamenti.

Questo stato di cose durò finché un giorno i compagni più grandi decisero che avrebbe dovuto esibirsi per i turisti al fine di ottenere delle mance che avrebbero poi diviso tra di loro.

Lui si ribellò e disse che mai e poi mai sarebbe accaduto che lui cantasse per un pubblico che non fosse fatto di conoscenti; ma i compagni, sempre più convinti che la cosa potesse essere non poco remunerativa, escogitarono uno stratagemma per convincerlo a esibirsi in pubblico, sia pure contro la sua volontà.

E fu così che un bel giorno presero di forza Gianni e lo portarono con una barchetta su uno scoglio po’ lontano dalla costa.

C’è una cosa che non vi ho detto ma che dovete sapere di Gianni: sebbene nato in una città di mare cantata dai più grandi poeti di tutti i tempi e celebre nel mondo per il suo mare magico, il nostro Gianni non aveva mai imparato a nuotare e così, temendo di dover rimanere esiliato su quella roccia per tanto tempo, pur di essere riaccompagnato sulla terraferma accettò di cantare non più solo per sé e gli amici, ma anche per i turisti.

E così Gianni cantò per i turisti, e sempre più spesso, e tutte le volte ebbe una piccola percentuale dalle offerte raccolte, ma era sempre troppo poco.

Nel frattempo, alla ricerca di qualche soldo in più, aveva trovato lavoro da cameriere in un bar dove, non molto tempo dopo, cominciò anche a cantare per i clienti con la speranza di ottenere mance più generose.

Proprio in quel bar, un giorno come tutti gli altri, mentre cantava venne notato da Gianni Aterrano, un discografico in cerca di nuovi talenti che gli propose di incidere un disco offrendo anche un anticipo di duecentomila lire, una cifra che in famiglia non avevano mai sperato di vedere in una sola volta.

A quel punto “Gianni Rock” (il nuovo nome d’arte di Giovanni Calone) è pronto per l’America dove si esibisce a Brooklyn come spalla di Sergio Bruni.

Aveva solo 13 anni quando cominciò ad incidere i primi dischi. Con i primi guadagni continua ad aiutare la famiglia e appena quindicenne viene notato dalla CGD, casa discografica importante dell’epoca che prima gli cambia il cognome e in seguito anche il nome. A soli 17 anni partecipa al Festival di Sanremo.

Era l’inizio di una carriera sfolgorante che dura ancora oggi e che ci ha donato il grande Massimo Ranieri, patrimonio nazionale con oltre 14 milioni di copie vendute e una serie sterminata di spettacoli, concerti, film e trasmissioni televisive.

A noi, che lo amiamo, non rimane altro che aspettare l’uscita del nuovo album di inediti, prevista nel 2019, magari passando anche dal Festival di Sanremo.

 

L'autore







Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7 + 4 =


 

È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti e immagini in qualsiasi forma.
È vietata la redistribuzione e la pubblicazione dei contenuti e immagini non autorizzata espressamente dall’autore.

Se riscontri problemi con il sito web, contatta il webmaster.

redazione@ilraccoglitore.com

 

Ti piace scrivere?

il Raccoglitore è qui per raccogliere storie! Se vuoi inviarci la tua candidatura, scopri come fare.

Scrivi con noi

Newsletter

Social

il Raccoglitore 1.0 © Copyright 2019 - lunedì 18 Marzo, 2019 17:04